Le attività previste dalla Rete fanno parte di un programma sostenuto da soggetti pubblici e privati con la finalità di dare ascolto e sostegno alle persone che hanno subito le conseguenze di un reato. L’obiettivo è offrire, nell’immediato, una soluzione concreta alla domanda di giustizia, dando un sostegno sia ai vissuti emozionali sia ai bisogni materiali. Il Pubblico Ministero, il personale di Polizia Giudiziaria, i rappresentanti delle Forze dell’Ordine, gli Operatori Sociali e Sanitari che siano interpellati da una persona offesa possono informarla della possibilità di rivolgersi alla Rete Dafne per ricevere assistenza attraverso i percorsi specialistici qui sotto descritti.

Rete Dafne offre inizialmente uno o più incontri di accoglienza, in condizione di massima riservatezza, volti a garantire un aiuto nell’affrontare la situazione di difficoltà e a fornire un orientamento rispetto alle possibilità di assistenza previste dalla Rete e dal territorio

TORINO

Per richiedere un appuntamento
tel 011 5683686
fax 011 501208

Segreteria telefonica attiva 24 ore su 24.

Verrai ricontattato da un operatore entro il primo giorno lavorativo successivo alla chiamata.

Scopri di più

FIRENZE

Per richiedere un appuntamento

tel. 055 2616422
Segreteria telefonica attiva 24 ore su 24.
cell. 327 6327018
Numero cellulare attivo dalle 9:00 alle 13:00

Scopri di più

ULTIME NEWS

RETE DAFNE e ACTA organizzano un incontro per le vittime di truffe affettive

In collaborazione con l’Associazione ACTA (Associazione Contro le Truffe [...]

Liberi dalla violenza: oltre il muro del silenzio

Per la Giornata Mondiale contro la Violenza sulle Donne [...]

Voltare pagina: gesti e parole verso la trasformazione

In occasione della Giornata Mondiale contro la Violenza sulle [...]

APPROFONDIMENTI

808, 2017

Victim Support & Victims Rights in Europe

Victim Support Europe (VSE) is the leading European umbrella [...]

DOCUMENTAZIONE

908, 2017

Victim Support Europe – Newsletter

I recenti sviluppi e attività della [...]

Gli Stati membri provvedono a che la vittima, in funzione delle sue esigenze, abbia accesso a specifici servizi di assistenza riservati, gratuiti e operanti nell’interesse della vittima, prima, durante e per un congruo periodo di tempo dopo il procedimento penale.

Direttiva Europea 2012/29/UE del 25 ottobre 2012